Sono sempre di più le aziende pubbliche che acconsentono al trasporto di animali domestici di taglia piccola/media. Infatti le città si adattano sempre più alle esigenze dei visitatori a quattro zampe. in Italia, a Roma per esempio, è consentito l’accesso degli animali domestici su tutti i mezzi di trasporto pubblico operanti nel Comune di Roma, metropolitana compresa. Per i cani sui mezzi di trasporto è obbligatorio l’uso del guinzaglio e della museruola, per i gatti è obbligatorio il trasportino. La salita sui mezzi di superficie è concessa dalla porta anteriore mentre sui mezzi su rotaia ( come ad esempio i tram o la Metro ) la salita e la discesa sono possibili sul primo e sull’ultimo vagone. Il proprietario, o detentore a qualsiasi titolo, che conduce animali sui mezzi di trasporto pubblico dovrà posizionarsi in prossimità del conducente ed avere cura che gli stessi non sporchino o creino disturbo o alcun danno a terzi o ai mezzi su cui viaggiano. Questa tipologia di regolamenti, salvo piccole variazioni sul tema, è praticamente comune a tutte le principali città italiane.

Attenzione però ai mezzi di lungo raggio, lì il regolamento cambia da compagnia a compagnia. Ad esempio FlixBusnota azienda di autobus, non acconsente il viaggio agli animali domestici  , a meno che non si tratti di un cane da guida per non vedenti.

Vediamo invece altre compagnie:

Marino Autolinee
L’azienda italiana Marino Autolinee permette il trasporto di animali domestici con previa prenotazione per linee nazionali. Il trasporto dev’essere fatto in un trasportino apposito che dovrà essere posizionato a terra, il peso non dovrà superare i 10 kg (eccezione fatta per i cani da guida per non vedenti).

Marozzi Viaggi

La tariffa per Fuffy prevede il 50 % di quella ordinaria, senza un apposito posto in autobus. A zero costi viaggiano i cani da guida per i non vedenti. Si prega di verificare quanto prima con l’azienda d’autobus per metterla al corrente.

Buscenter.it

Su quasi tutti i collegamenti nazionali è possibile viaggiare con cani di piccola taglia. Il prezzo per far viaggiare Fuffy è di un biglietto a tariffa normale con diritto al posto a sedere. Il cane dovrà viaggiare in un trasportino apposito (45 cm x 25 cm x 30 cm).

Insomma, il nostro paese, tutto sommato è sempre più Pet-friendly, limitando quasi a zero le scuse per lasciare i nostri fedeli amici soli soletti a casa, o peggio in giardino

Dott. Piercarlo Amati

Medico Veterinario Barkyn

Published by Piercarlo Amati

Esperienza Si laureo nel 2010 presso l’Università degli Studi di Perugia con una tesi sulle patologie respiratorie del cane ad eziologia parassitaria. Da allora ha maturato le sue prime esperienze presso il dipartimento di clinica medica universitario, per poi trasferirsi in Piemonte dove ha potuto affinare le sue capacità presso diverse cliniche veterinarie. Nella pratica clinica si occupa principalmente di dermatologia e nutrizione, fornendo consulenze per diversi ambulatori nel torinese. In aggiunta, si occupa di fornire informazione e consulenza scientifica nel campo farmaceutico e mangimistico. La mia relazione con i cani I cani sono sempre stati la sua passione sin da piccolo. Fu Willy, il suo primo cane, un vivace pinscher tedesco, a trasmettergli l’amore per la cura di questa meravigliosa specie. Attualmente vive con tre splendidi bassotti nani: Hugo, Sandy e Derek che, da buoni intenditori di cibo, lo supportano e consigliano nel suo lavoro!

Leave a comment