La maggior parte dei cani ama sgranocchiare le ossa di pollo. Ma bisogna prestare molta attenzione, perchè possono essere pericolose. In questo articolo scopriremo quali sono i sintomi se il cane mangia ossa di pollo e cosa fare per evitare gravi conseguenze.

Le ossa di pollo sono più fragili e di piccole dimensioni rispetto a quelle di altre specie. Quindi, spesso i cani riescono a frammentarle. Le schegge possono essere molto appuntite e taglienti.

Sintomi se il cane mangia ossa di pollo e cosa fare

I sintomi possono variare in base alle dimensioni del cane ed alla quantità di ossa ingerite.

Se le schegge feriscono la mucosa orale si potrà vedere uscire del sangue dalla bocca del cane. Inoltre, se qualche scheggia rimane bloccata tra i denti o nelle gengive, il cane potrebbe sbavare, avere difficoltà a mangiare e molto dolore. Potrebbero, infatti, formarsi degli ascessi.

Se le schegge arrivano nello stomaco o nell’intestino potrebbero creare delle ferite o, peggio, lacerare le pareti. Questa è una condizione molto pericolosa, perché se lo stomaco o l’intestino si lacerano il cane rischia la peritonite. Avrà quindi notevole dolore addominale, sarà più abbattuto e smetterà di mangiare.

Se la quantità di ossa ingerite è abbondante, il rischio è quello di una ostruzione intestinale. Le ossa infatti si compattano molto nell’intestino ed il cane potrebbe non riuscire a defecare. La defecazione sarà molto dolorosa ed a volte improduttiva. Il cane avrà dolore addominale.

Se il vostro cane mangia accidentalmente delle ossa di pollo, soprattutto in elevata quantità, è meglio consultare il veterinario curante.

Se necessario, il veterinario effettuerà una lastra per capire se le ossa sono state effettivamente ingerite intere e le dimensioni dei frammenti. Inoltre, si potrà capire in quale tratto dell’apparato gastro-enterico si trovano.

Bisogna evitare di indurre il vomito, in quanto le schegge potrebbero creare ferite o lacerazioni.

Se i frammenti sono piccoli ed in scarsa quantità è possibile che vengano digeriti senza conseguenze. Altrimenti, bisogna utilizzare prodotti che rendano più morbide le feci, in modo che il cane riesca ad espellerle.

In caso di peritonite o lacerazioni, la situazione è molto più grave. Potrebbe essere necessario ricoverare il cane ed in alcuni casi sottoporlo ad intervento chirurgico.

I consigli del veterinario

Abbiamo visto quali sono i sintomi se il cane mangia ossa di pollo e cosa fare. E’ evidente che i rischi superano i benefici. Non è quindi strettamente necessario somministrare ossa di pollo al cane. E’ di sicuro meglio scegliere una alimentazione corretta e ben bilanciata, in modo da fornire tutti i nutrienti necessari al cane.

Con il giusto apporto di nutrienti e la dieta adeguata ad ogni fase di vita, non sarà necessario integrare minerali, come il calcio, con la somministrazione di ossa.

Dott.ssa Stefania Camerano
Medico Veterinario Barkyn