Anche i cani, come noi umani, possono soffrire di allergie alimentari.
I sintomi causati dalle allergie alimentari possono essere particolarmente spiacevoli ma almeno è possibile prevenirli evitando gli alimenti responsabili.

Cos’è un’allergia alimentare?

Molti cani avranno un reazione al cibo ad un certo punto della loro vita. Generalmente si parla di sensibilità ad un particolare tipo di alimento (non una vera allergia) e causa solo qualche disturbo gastro-enterico.

Il sistema immunitario degli animali allergici è invece iperattivo e produrrà anticorpi nei confronti di alcuni componenti del cibo.

Gli allergeni alimentari più comuni sono bovino, latticini e glutine.

Una volta sviluppati gli anticorpi, il sistema immunitario sarà in grado di ricordare un certo alimento per molti anni e se il cane lo ingerisce nuovamente si verificherà la stessa reazione

Come si riconosce un’allergia alimentare?

Le allergie alimentari possono produrre diversi sintomi e per questo motivo può essere difficile per il veterinario raggiungere una diagnosi senza eseguire altri test.

I più comuni segni di allergia alimentare sono:

  • eruzione cutanea pruritica: soprattutto a livello di zampe ed addome (non stagionale)
  • pioderma secondario alle lesioni pruritiche
  • otite esterna persistente
  • vomito e diarrea
  • iperattività
  • perdita di peso
  • letargia
  • aggressività

Come si diagnostica un’allergia alimentare?

I segni clinici aiutano ad indirizzarsi verso la diagnosi.

Al momento non esistono specifici esami del sangue attendibili per individuare i componenti della dieta responsabili dell’allergia.

La migliore strategia per confermare la diagnosi di ipersensibilità alimentare e allo stesso tempo controllare i sintomi è il passaggio a una dieta ad esclusione.

Cos’è una dieta ad esclusione?

Una dieta ad esclusione comprende solo un tipo di proteina ed un tipo di carboidrato.

Il cane viene alimentato esclusivamente con questa dieta per 6 settimane.
Se i sintomi migliorano al termine delle 6 settimane si può aggiungere un nuovo ingrediente e valutare se responsabile dei segni clinici e così via.

Tramite questo processo si possono individuare gli ingredienti a cui il nostro cane e’ allergico ed individuare per lui la dieta piu’ adatta.

Daniela Cortiana

MRCVS

Published by Daniela Cortiana

ESPERIENZA Dopo la laurea a Milano nell’ottobre del 2015 svolge un tirocinio in una clinica della stessa provincia. Dal 2016 si trasferisce a Londra dove continua l’attività lavorativa occupandosi principalmente di medicina interna e chirurgia dei tessuti molli. Attualmente sta seguendo un percorso di ecografia addominale a Cremona. LA MIA RELAZIONE CON I CANI È cresciuta a contatto con numerosi animali da compagnia e di allevamento della nonna paterna, oltre a svolgere attività di volontariato in diversi canili della provincia di Varese. Nel prossimo futuro le piacerebbe adottare un gatto in cerca di casa.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *