L’ indigestione nei cani si manifesta con un insieme di sintomi che rappresentano una delle principali cause per cui il cane viene portato dal veterinario, vediamo insieme di quali si tratta.

Indigestione nei cani: principali sintomi

Tra i principali sintomi di indigestione nei cani riconosciamo: eruttazione e vomito. Che possono presentarsi immediatamente o a distanza di un po di tempo dall’assunzione di cibo. 

Molto spesso questi sintomi sono accompagnati anche da

  • dolore all’addome con assunzione di posizioni antalgiche
  • nausea persistente
  • irrequietezza e nervosismo 
  • debolezza generalizzata
  • in alcuni casi anche diarrea.

Cause di indigestione nel cane

Per indigestione s’intende una turba digestiva acuta caratterizzata o da una eccessiva ingestione di alimento o da una difficoltà nella digestione dell’alimento assunto. 
Nel primo caso, la causa dell’indigestione è rappresentata proprio dalla quantità eccessiva di cibo ingerita.
Nel secondo caso invece di una digestione difficoltosa le cause possono essere molteplici, ad esempio:

  • Cambio alimentare improvviso.
  • Ingestione di un nuovo cibo casalingo che l’animale non ha mai mangiato prima
  • Assunzione vorace di cibo con ingestione di alimento non masticato e grandi quantità di aria.
  • Situazione di forte stress che può ridurre la capacità digestiva del cane.
  • Esercizio fisico intenso subito dopo aver mangiato; che può essere molto pericoloso nei cani di taglia grande e gigante che sono predisposti alla dilatazione/torsione gastrica.
    In razze di grande taglia optare per un’alimentazione appropriata.
  • Malattie a carico di stomaco e intestino.
  • Gravi patologie metaboliche con importante coinvolgimento sistemico.
  • Ingestione di un corpo estraneo.

Cosa fare se il cane manifesta sintomi di indigestione

Nel caso in cui il vostro cane manifesti sintomi di indigestione e/o maldigestione la prima cosa da fare è quella di togliere ogni fonte di alimento a disposizione e poi consultare immediatamente il proprio veterinario.

Poiché ogni caso è differente e la sintomatologia che caratterizza l’indigestione potrebbe essere indice di malattie più gravi che richiedono un trattamento tempestivo la cosa migliore da fare è sempre consultare il proprio veterinario di riferimento.

Come prevenire l’indigestione nel cane?

Per evitare il rischio di indigestione e ridurre la comparsa di disturbi gastrici nel nostro amico a quattro zampe possiamo seguire alcuni accorgimenti:

  • Somministrare una alimentazione sana e bilanciata.
  • Dividere la razione di cibo giornaliera in 2 o 3 pasti.
  • Evitare lunghe passeggiate ed esercizio fisico subito dopo il pasto.
  • Evitare di dare al proprio cane avanzi o cibo dalla tavola.

Inoltre è importante mantenere sempre un ambiente positivo affinché il cane possa condurre una vita tranquilla e non manifestare ansia in concomitanza dei pasti.

Ambra Ercolani
Medico Veterinario Barkyn