Caratteristiche nutrizionali delle noci

Essendo dei frutti ricchi d’olio, le noci sono caratterizzate da un elevato apporto energetico. Offrono a chi li mangia acidi grassi essenziali, minerali, calcio, fosforo e vitamine del gruppo A, B1 e B2.
Con i loro nutrienti, le noci contrastano l’invecchiamento cellulare, andando a combattere i radicali liberi. Aiutano a mantenere nei range ottimali il cosiddetto “ colesterolo cattivo” e grazie al loro contenuto di fibre, questi frutti regolarizzano l’attività intestinale. Detto ciò, i cani possono mangiare le noci? Purtroppo tali benefici riguardano esclusivamente l’uomo e non valgo per i nostri amici a 4 zampe. Se assunte in grandi quantità, le noci possono risultare tossiche per i nostri animali.

I cani possono mangiare le noci?

Ogni veterinario sconsiglia la somministrazione di noci ai nostri Amici Animali, in quanto rientrano fra gli alimenti tossici per i cani, al pari di: cipolla, uva e cioccolato.
Le noci possono provocare:
•nausea,
•spasmi,
•tremori,
•debolezza,
•innalzamento della temperatura corporea,
•paralisi degli arti (in casi estremi).

Cosa fare se il cane ha mangiato delle noci?

Per scongiurare il rischio di imbatterci in uno dei sintomi sopraelencati, se avete il sospetto che il vostro Amico a quattro zampe abbia fatto una scorpacciata di noci, è necessario agire quanto prima. La prima cosa da fare è senz’altro mettersi in contatto con il proprio Veterinario curante.
Il veterinario provvederà al monitoraggio e alle terapie di supporto: induzione del vomito e fluidoterapia. Alcuni segni dell’intossicazione possono comparire anche a distanza di un paio d’ore dall’ingestione, pertanto anche in cani apparentemente asintomatici, il monitoraggio riveste una certa importanza.

I consigli del veterinario

•Sempre avvertire il proprio veterinario in caso di ingestione di noci: l’induzione del vomito in tempi brevi, permetterà che il cane eviti di assorbire ulteriori tossine
•Evitare di lasciare noci in giro per casa, a portata di cane
•Se si hanno in giardino alberi di noci, da settembre fino ad autunno inoltrato, raccogliere sempre le noci cadute a terra.

Dott.ssa Alessia Troli
Medico Veterinario Barkyn

Published by Alessia Troli

# Esperienza Si laurea nel 2016 presso l'Università degli Studi di Teramo. Grazie ad una borsa di studio europea svolge due anni di formazione in Portogallo. Dopo un periodo di tirocinio in alcune strutture del centro Italia, si occupa di Medicina Interna dei Piccoli Animali, con particolare interesse verso l'anestesia, la medicina preventiva e la nutrizione. #La mia relazione con i cani: A loro devo tutto, dalla vita privata al lavoro i cani hanno sempre fatto parte della mia vita. Hanno condizionato scelte e percorso di studi fino a darmi diventare veterinario. Da 4 anni godo della compagnia della mia Anya con quale condivido la passione per le escursioni e la montagna.