Si, i cani possono mangiare le ciliegie, ma ad una condizione: la ciliegia in sé non è pericolosa se ingerita dal cane, l’importante è ricordarsi di rimuovere sempre il nocciolo.

Benefici e pericoli delle ciliegie per i cani

Le ciliegie sono alimenti con contengono molti benefici e altrettanti pericoli per i nostri cani. La loro polpa è ricca di vitamine A e C, potassio, acido folico e fibre. Sono quindi un ottimo snack, a patto che venga sempre rimosso il nocciolo. Se questo infatti dovesse aprirsi nell’organismo del nostro animale libererebbe una sostanza tossica. Nel nocciolo delle ciliegie è contenuta infatti una sostanza chiamata amigdalina che, a contatto con la microflora intestinale, si può trasformare in cianuro. Il cianuro, tossico, può poi essere assorbito a livello intestinale e provocare gravi sintomi nell’animale.

I cani possono mangiare le ciliegie, ma in che modo?

Rimuovendo sempre il nocciolo, i gambi e le foglie. Il nocciolo è velenoso sia per il cane che per l’uomo. Tuttavia, il cane addentando la ciliegia ha più possibilità di rompere il nocciolo liberando la sostanza velenosa. La sua acidità gastrica è inoltre superiore rispetto a quella dell’uomo, favorendo così l’apertura del nocciolo nello stomaco.

Sintomi dell’avvelenamento da cianuro

La dose tossica è di circa 2mg/kg, corrispondente a pochi noccioli nei cani più piccoli. I sintomi compaiono tra i 20 minuti e le 3 ore dopo l’ingestione e sono dati dall’inibizione di un enzima che permette alle cellule di utilizzare l’ossigeno per produrre energia.

I sintomi sono:

  • Difficoltà respiratorie
  • Difficoltà deambulatorie
  • Ipersalivazione
  • Vomito
  • Diarrea
  • Convulsioni

Nei casi peggiori la morte sopraggiunge per arresto respiratorio per il cessato movimento dei muscoli respiratori.

Benefici e controindicazioni della frutta nei cani

In generale la frutta, tra cui anche la ciliegia, è un toccasana per i nostri cani. Contiene infatti vitamine, antiossidanti e molte altre sostanze nutrienti quali fibre, potassio, ferro, e acido folico. Alcuni frutti hanno inoltre una spiccata attività antinfiammatoria. Bisogna ricordarsi però di non esagerare in quanto la quantità di zuccheri contenuta in questi alimenti è alta e potrebbe contribuire all’aumento di peso dell’animale. E’ inoltre sempre bene informarsi sulla possibile pericolosità di qualsiasi tipo di frutto prima di offrirlo al nostro cane poiché, purtroppo, spesso ciò che è sano per noi può essere tossico per loro.

I consigli del veterinario

Le ciliegie, dato il loro sapore molto dolce, sono molto gradite ai nostri cani. E’ quindi importante ricordarsi di non lasciarle in luoghi a loro accessibili e fare attenzione quando si buttano i noccioli. Come detto, i cani possono mangiare le ciliegie, o meglio, la loro polpa, ma se il vostro cane dovesse accidentalmente ingerire qualche nocciolo è importante avvisare immediatamente il veterinario.

Dott.ssa Laura Ciot

Medico Veterinario Barkyn