Si, i cani possono mangiare le arance. Queste infatti non sono tossiche per i cani, ma è sempre bene offrirgliene in quantità molto limitata per evitare problemi gastroenterici.

Proprietà nutritive delle arance

Le arance apportano alcuni benefici al cane che però differiscono da quelli che apportano all’uomo.

Innanzitutto, sono tra i frutti più ricchi di vitamina C. In realtà, i cani sintetizzano autonomamente questa vitamina, motivo per cui non necessitano di aggiunte esterne a meno che non abbiano problemi di salute che li rendono non in grado di produrla. La vitamina C può quindi essere un’aggiunta utile in cani malati o stressati, che producono minori quantità di questa vitamina. Anche nei cani anziani può essere necessaria una dose maggiore di vitamina C ed è quindi importante scegliere la giusta alimentazione.

Le arance forniscono in minor misura anche altri tipi di vitamine come la E, la B1, la B2, le provitamine A, potassio, acido folico e tiamina.

Essendo molto ricca di acqua è inoltre idratante e, se somministrata in piccole dosi, aiuta la regolarità intestinale.

I cani possono mangiare le arance? I rischi

L’arancia, essendo un frutto molto acido, può provocare disturbi gastrointestinali se consumato in quantità eccessiva. Bisognerebbe limitarsi ad offrire qualche spicchio (uno solo nei cani di piccolo taglia) al nostro cane per evitare che possa andare incontro a diarrea.

Questi frutti sono inoltre molto ricchi di zuccheri e possono contribuire all’aumento di peso dell’animale se consumati eccessivamente. Se quindi un cane è già in sovrappeso è bene non offrirgli troppi spicchi e optare per un’alimentazione light.

Come offrire le arance al cane?

Le arance vanno offerte sempre senza la buccia, che potrebbe provocare problemi digestivi nell’animale. E’ bene inoltre eliminare i semi prima di offrire uno spicchio al nostro cagnolino.

Inoltre, la parte più adatta al consumo da parte del cane è l’albedo. Questo consiste nella rete bianca filamentosa che si trova tra i vari spicchi. E’ molto ricca di fibre e antiossidanti e meno acida rispetto al resto del frutto. E’ quindi sicuramente la parte più sana per il cane.

Pro e contro della frutta per i cani

In generale, la frutta è ottima per i nostri cani. Contiene infatti vitamine, antiossidanti e molte altre sostanze nutrienti quali fibre, potassio, ferro, e acido folico. Alcuni frutti hanno inoltre una spiccata attività antinfiammatoria. Bisogna ricordarsi però di non esagerare in quanto la quantità di zuccheri contenuta in questi alimenti è alta e potrebbe contribuire all’aumento di peso dell’animale. E’ inoltre sempre bene informarsi sulla possibile pericolosità di qualsiasi tipo di frutto prima di offrirlo al nostro cane poiché, purtroppo, spesso ciò che è sano per noi può essere tossico per loro. Ciò avviene ad esempio con alcuni frutti quali le ciliegie, l’uva o le noci.

I consigli del Veterinario

  • Non esagerare con le dosi. Uno spicchio o due al giorno sono più che sufficienti.
  • La parte migliore da offrire al cane è quella bianca filamentosa.
  • Eliminare sempre la buccia e i semi prima di offrire le arance al cane.
  • Non offrire succo di arancia al cane (è privo di fibre, troppo acido per il loro sistema gastroenterico e troppo ricco di zuccheri).
  • E’ sempre bene far provare un nuovo alimento al cane in piccole dosi per osservare eventuali intolleranze o reazioni allergiche.

Dott.ssa Laura Ciot

Medico Veterinario Barkyn