Si, i cani possono mangiare l’ananas. Ma sempre con moderazione in quanto è un frutto che contiene molti zuccheri. Ma andiamo a scoprire più nel dettaglio le proprietà dell’ananas, i benefici che può dare ai nostri cani e anche le quantità adeguate che i cani possono mangiare.

Proprietà dell’ananas

L’ananas è un frutto esotico, dissetante e fresco. Le sue proprietà sono molteplici: ha un alto contenuto di vitamine C, B1 e B6, ma anche tiamina, niacina, acido folico, acido pantotenico e riboflavina. Contiene anche sali minerali come potassio, manganese, rame, ferro, magnesio e quantità ridotte di zinco, fosforo e calcio. La parte centrale dell’ananas contiene bromelina. Questo enzima ha diverse funzioni sull’organismo come: sintetizzare le proteine, anticoagulanti, antiedematose e antinfiammatorie.

Benefici dell’ananas per i cani

I benefici che i cani possono ottenere dal consumo di piccole quantità di ananas sono diversi:

  • Favorisce la corretta digestione
  • È ricco di sostanze nutritive come le vitamine C, B1 e B6, oltre all’acido folico e pantotenico.
  •  Contiene sali minerali utili per la crescita del cane, fra cui il manganese, importante per le sue ossa.
  • Può ridurre il rischio di coprofagia, ovvero della patologia che spinge i cani a mangiare le proprie feci.
  • Può essere d’aiuto nella riduzione degli stati infiammatori.

Quanto ananas possono mangiare i cani?

L’ananas è un frutto molto zuccherino, quindi è consigliabile non esagerare con le quantità. Infatti potrebbe provocare problemi intestinali, come mal di pancia e diarrea. La dose ideale che i cani possono mangiare è di un paio di pezzettini di ananas al giorno. È importante tenere il cane sotto osservazione le prime volte che si offre l’ananas per vedere se ha reazione allergiche o se risulta intollerante.

Quali parti dell’ananas possono mangiare i cani e quali no?

La parte migliore dell’ananas che i cani possono mangiare è il cuore. Infatti la parte centrale è ricca di bromelina, che ha funzione antinfiammatoria e diuretica. Invece le parti che sono assolutamente vietate sono le bucce e le foglie, dannose per il sistema digerente.

Consigli del veterinario

Prima di tutto è importante prestare attenzione durante la pulizia dell’ananas, per evitare che il cane non rubi gli scarti, che potrebbero fargli male.

Evitare di dare succhi di frutta all’ananas, soprattutto quelli confezionati, in quanto troppo ricchi di zuccheri.

È sempre preferibile scegliere l’ananas fresco, perché quello in scatola non contiene la bromelina.

Sabrina d’Amuri

Medico Veterinario Barkyn