Nell’articolo di oggi parleremo di un’evenienza (speriamo) poco comune tra gli amici a 4 zampe dei nostri lettori, ed in particolare parleremo di cacca bianca.

Perché le feci del mio amico a 4 zampe sono bianche? Che significa? Che devo fare?

Osservare e valutare consistenza ed aspetto delle feci del vostro cane sarà un elemento fondamentale per valutarne lo stato di salute durante tutta la sua vita.

Le feci bianche (scientificamente definite acoliche) sono un sintomo che dovrebbe richiamare la nostra attenzione, vediamo di cosa si tratta.

Le feci acoliche, rappresentano infatti un sintomo importante di problemi gastroenterici.

La colorazione delle feci dipende da quello che mangiano e dalla stercobilina, un prodotto di degradazione dei globuli rossi che viene prodotto nel fegato ed eliminato nell’intestino.

Le feci bianche si manifestano quindi in corso di quelle patologie in cui vi è un’ostruzione delle vie epatiche. Questo accade in corso di epatopatie come l’epatite acuta che può essere di diversa natura: infettiva (virus dell’epatite canina o la Leptospirosi) e tossica (in seguito ad avvelenamento quindi), fenomeni di ostruzione delle vie epatiche, cirrosi e infine tumori al fegato.

Un altro elemento da tenere sott’occhio è l’alimentazione, infatti cani alimentati con diete ad alto contenuto di minerali quindi nutriti con elevate proporzioni di ossa possono presentare feci biancastre, dure e gessose di consistenza che con il tempo possono causare problemi come stitichezza e ostruzione.

Infine, in corso di altre patologie le feci possono apparire più chiare come per esempio quando sono presenti disturbi al pancreas o in corso di coliti la presenza di muco può dare un aspetto biancastro alla diarrea.

Qualora sospettasse che il vostro cane possa soffrire di una delle patologie menzionate è il caso di farlo visitare dal vostro medico veterinario di fiducia, che in seguito a test ed analisi riuscirà ad identificare il problema e indicarvi le possibili soluzioni. Qualora il problema invece è l’alimentazione vi basterà correggerla, utilizzando un alimento bilanciato oppure qualora volesse optare per la dieta casalinga di rivolgervi ad un medico veterinario nutrizionista per aiutarvi a formulare una dieta casalinga bilanciata.

Vito Priolo

Medico Veterinario

Published by Vito Priolo

Esperienza: Sono un medico veterinario laureato presso la Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Messina nel Maggio del 2013. A gennaio 2018 ho completato un dottorato di ricerca in Scienze Veterinarie. I miei campi d’interesse sono la medicina interna, la medicina preventiva e le malattie infettive del cane e del gatto. Sono un appassionato di comportamento e addestramento canino. LA MIA RELAZIONE CON I CANI: Sin da bambino appassionato di cani, non ricordo un momento della mia infanzia senza un cane in famiglia. La mia vita è cambiata però dieci anni fa quando adottai una cucciola di Border Collie chiamata Eva.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *