Ci augureremmo che i nostri cani godessero sempre di buona salute ma se così non fosse quali segni ci possono indicare uno stato di malattia?

Scopriamo insieme in questo articolo quali sono i campanelli d’allarme a cui dobbiamo fare attenzione.

1. Perdita di peso

Vedendo il nostro cane quotidianamente potremmo non accorgerci di variazioni del suo peso, per questo è buona norma pesarlo regolarmente.

Tenere sotto controllo il peso è importante non solo ai fini di aggiustare la dieta ma anche per evidenziare perdite sostanziali che potrebbero essere sinonimo di patologie croniche (neoplasie, malassorbimento, diabete, patologia renale…).

2. Disturbi gastro-intestinali

Vomito e diarrea possono manifestarsi di frequente nei nostri amici animali.

Quando si presentano come fenomeni sporadici non devono costituire una particolare fonte di preoccupazione, se al contrario fossero sintomi persistenti devono essere indagati per individuarne la causa.

Un vomito incoercibile può essere causato da un’ostruzione intestinale.
La produzione di feci non formate può invece essere determinato dalla presenza di parassiti o di una sindrome da malassorbimento.

3. Tosse

Uno starnuto ogni tanto può essere totalmente senza significato mentre una tosse persistente difficilmente mancherà di significato clinico.

Ha avuto un inizio improvviso o graduale? E’ secca o produttiva?
Queste sono le caratteristiche a cui fare attenzione e da riportare al veterinario di fiducia in caso non si risolvesse in breve tempo.

Molto frequente tra i nostri amici a quattro zampe è la cosiddetta tosse dei canili che è una tracheite virale estremamente contagiosa che provoca una tosse molto secca e continua.
Puo’ anche essere sintomo di insufficienza cardiaca o di patologie polmonari.

4. Febbre

La temperatura normale dei nostri cani è compresa trai i 38 ed i 39 gradi centigradi.
Per questo motivo al tatto appaiano sempre più caldi rispetto a noi.

Quando pero’ la differenza è molto marcata, ed in più si presentano letargici ed inappetenti ci potrebbe essere un reale innalzamento della temperatura.

Un aumento può essere normale dopo l’esercizio, durante stati di agitazione e quando la temperatura esterna e’ elevata altrimenti e’ sintomo di infiammazione e/o infezione ed e’ bene considerare una visita dal vet.

5. Zoppia

Un’andatura rigida o zoppicante andrebbe sempre investigata. E’ il risultato di un trauma o e’ stato il risultato di un processo graduale?

Le patologie ortopediche sono diverse, in più alcune infezioni possono interessare le articolazioni provocando gonfiore e dolorabilità.

Daniela Cortiana

MRCVS

Published by Daniela Cortiana

ESPERIENZA Dopo la laurea a Milano nell’ottobre del 2015 svolge un tirocinio in una clinica della stessa provincia. Dal 2016 si trasferisce a Londra dove continua l’attività lavorativa occupandosi principalmente di medicina interna e chirurgia dei tessuti molli. Attualmente sta seguendo un percorso di ecografia addominale a Cremona. LA MIA RELAZIONE CON I CANI È cresciuta a contatto con numerosi animali da compagnia e di allevamento della nonna paterna, oltre a svolgere attività di volontariato in diversi canili della provincia di Varese. Nel prossimo futuro le piacerebbe adottare un gatto in cerca di casa.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *