Chihuahua

Le origini di questa razza sono ancora controverse, la teoria più accreditata vuole il Chihuahua originario delle più antiche civiltà messicane, molte sculture di questi piccoli cani sono state rinvenute all’interno di alcuni templi messicani e le loro prime testimonianze sembrano risalire alla famosa civiltà degli Atzechi. In Messico questi cani venivano molto venerati, in quanto a loro veniva attribuito l’importante compito di traghettare i defunti verso l’aldilà.

Samoiedo

Il nome della razza deriva dalle “Tribù Samoiedo”, una delle popolazioni autoctone della Russia del Nord e della Siberia. Queste popolazioni furono i primi ad allevare la razza, inizialmente impiegata come cani da pastore per le renne, cani da caccia o da slitta. All’interno di queste aree geografiche dal clima certamente inospitale, i Samoiedo vivevano spesso in casa, a stretto contatto con i loro padroni, fornendo anche un’ottima fonte di calore domestico.

Bulldog Inglese

Razza di origine inglese, come si può facilmente intuire dal nome, di tipo molossoide e di taglia media. Venne allevata in origine (nell’ottocento) per ottenere cani da combattimento con i tori, questi esemplari sono poi però passati ad essere oggi cani da compagnia a tutti gli effetti. Sono cani tarchiati, bassi di statura, potenti e compatti, i maschi risultano molto più grandi rispetto alle femmine.

Cavalier King Charles Spaniel

Razza di origine inglese, rappresenta un piccolo spaniel con manto setoso di lunghezza media, con caratteristiche orecchie lunghe. Ha un carattere calmo e amichevole, il che lo rende adatto alla vita in appartamento anche condivisa con altri animali, per esempio i gatti. Da buon spaniel presenta un’ottima propensione alla caccia. Presenta un peso medio di 8 kg. Molto sensibile a malattie cardiache per via di problematiche, a trasmissione genetica, alla valvola mitrale.

Husky

I primi allevatori di Husky della storia sono i Ciukci: una tribù eschimese, la quale si serviva di questi possenti cani per il traino di merci e persone su slitte. Ignari del futuro successo della razza, furono proprio i Ciukci i primi allevatori della razza: da tempo selezionavano i migliori soggetti di Husky, cercando di incrociare i cani con maggio forza per il traino e la maggior resistenza ai climi inospitali. Riuscirono così ad ottenere dei cani di media taglia, equilibrati, veloci ed estremamente resistenti al lavoro e al freddo.

Barboncino Toy

Il barboncino toy è una razza di origine francese utilizzato principalmente come cane da tartufo data la sua ottima capacità olfattiva. È un cane di taglia piccola che arriva a pesare in media 3,5-4 kg, ha un pelo molto riccio che cresce molto velocemente e quindi ha bisogno di essere curato periodicamente. I colori del manto sono: bianco, nero, marrone, grigio e albicocca. Molto caratteristici sono gli occhi a mandorle che grazie alla loro grande espressività permetto al cane di esprimere vari stati d’animo e di rubare il cuore a noi umani.

Lupo Cecoslovacco

Razza nata nel 1955 a seguito di un esperimento condotto in Cecoslovacchia dove hanno fatto accoppiare 48 esemplari di pastore tedesco da lavoro con 4 lupi dei Carpazi. L’obiettivo era quello di creare una razza che fosse un ibrido tra cane e lupo, con la tempra, la mentalità e l’addestrabilità del pastore tedesco e la forza, le caratteristiche fisiche e la resistenza del lupo. Si tratta di cani di taglia grande che vengono utilizzati nella protezione civile, nel soccorso alpino e nel salvataggio.

Pastore Australiano

Prima di essere scoperto come fantastico cane da compagnia, il Pastore Australiano è stato per anni (e continua ad esserlo tutt’ora) impegnato come cane da pastore o addetto al controllo delle vaste mandrie della prateria americana. Oltre alla vita campestre, la sua spiccata intelligenza e la sua versatilità lo rendono adatto a svolgere ruoli differenti: dal cane antidroga, al cane da salvataggio.

Bichon Maltese

Il Maltese è un cane di piccola taglia che, contrariamente a quello che potrebbe far pensare il nome, non è originario di Malta, bensì del Mediterraneo centrale, dove veniva allevato originariamente per la caccia al topo. Successivamente, nell’antica Roma ha avuto una grande diffusione come cane da compagnia delle nobildonne per il suo pelo bianco lungo e candido, l’aspetto elegante e il portamento fiero.