Quali sono i cani brachicefali?

Le razze brachicefale sono quelle razze di cani in cui la mascella è più corta del normale: questa struttura purtroppo crea dei problemi di salute e predispone i cani brachicefali ad una serie di patologie. Rientrano in questo gruppo:

  • bulldog inglese;
  • bouledouge francese;
  • carlino;
  • pechinese;
  • boston terrier;
  • lhasa apso;
  • shih tzu;
  • bull mastiff;
  • spaniel inglese;
  • king charles spaniel.

I pericoli in cui incorrono i cani brachicefali

I cani brachicefali, dal muso appiattito e la parte posteriore della testa schiacciata, soffrono regolarmente di gravi problemi di salute, in particolare di problemi respiratori e all’apparato digestivo.
Ecco i problemi più comuni in cui incorrono questi esemplari:

  • ostruzione delle vie respiratorie che può portare al collasso tracheale;
  • stenosi delle narici che può interferire con la respirazione;
  • ipertrofia del palato molle (parte del palato situato in fondo alla gola);
  • eversione ventricolare laringea: sono due porzioni di cute all’ingresso della laringe che possono parzialmente ostruire l’ingresso alla trachea.

Altre condizioni come la paralisi o l’edema della laringe e l’ipoplasia tracheale possono essere associate a questa conformazione. L’insieme di queste problematiche prende il nome di sindrome brachicefalica.
Nel tratto digestivo si può avere:

  • infiammazione cronica dell’esofago e delle pareti dello stomaco (esofagite e gastrite);
  • stenosi pilorica (malformazione dell’estremità più stretta dello stomaco).

Che cosa causa problemi nel cane brachicefalo?

È l’anatomia stessa della testa che porta i problemi che saranno tanto più gravi tanto più sono pronunciate le variazioni anatomiche. In particolare si parla di:

  • narici stenotiche (la forma delle narici, se sono aperte o stenotiche, cioè chiuse);
  • conche nasali sottodimensionate, con conseguente mucosa nasale esuberante (turbinati esuberanti);
  • palato molle allungato;
  • trachea con diametro ridotto (trachea ipoplastica).

Quali sintomi sono suggestivi di sindrome brachicefalica?

Ovviamente dipende dalla gravità della situazione e i più frequenti sono:

  • intolleranza al movimento, tendono a stancarsi anche dopo pochi passi o dopo una semplice corsa;
  • maggior predisposizione al colpo di calore;
  • starnuto inverso frequente,
  • rumori respiratori,
  • russare notturno,
  • cianosi,
  • sincopi,
  • collasso.

A proposito di starnuto inverso nei brachicefali.
La condizione di starnuto inverso, è considerata per lo più una condizione normale e tipica di questi cani.
In realtà, soprattutto se si presenta molto di frequente, potrebbe essere sinonimo di un problema ostruttivo.

Come si può accudire al meglio un cane brachi cefalico?

Per accudire al meglio un cane brachicefalo bisogna tener conto di diversi fattori:

  • l’esercizio fisico: questi esemplari non possono compiere grandi sforzi;
  • il peso: un esemplare soggetto a sovrappeso aumenta i rischi respiratori già presenti;
  • la temperatura: non sopportano il caldo e sono più soggetti al colpo di calore;
  • l’alimentazione: i cani brachicefali hanno spesso problemi a deglutire.

Alcune di queste alterazioni possono essere corrette chirurgicamente, la decisione deve essere presa da un veterinario a seguito di una visita clinica approfondita e una corretta raccolta della sintomatologia osservata dal proprietario.

Dott.ssa Aurora Busti
Medico Veterinario Barkyn

Published by Aurora Busti

Esperienza Si laurea nel marzo 2016 presso l’università degli Studi di Teramo con una tesi sullo studio dei markers urinari per evidenziare il danno renale nel cane in maniera tempestiva. Dopo un periodo di tirocinio a Galway, in Irlanda, torna a Roma e inizia a lavorare presso una clinica h24 seguendo in particolare le chirurgie, gli animali degenti ed occupandosi di pronto soccorso. La mia relazione con i cani: Da sempre grande amante degli animali in generale, ma in particolare degli animali da compagnia che considera parte integrante della famiglia. Non potrebbe mai vivere senza i suoi gatti!

Leave a comment